fbpx

Dal nostro

blog

17 LUGLIO 2019 • ALLOS • CONTINUOUS FEEDBACK • PEOPLE EXPERIENCE • PERFORMANCE MANAGEMENT

Continuous feedback: migliorare insieme people experience e risultati

Alcuni tra i più grandi colossi mondiali, come Microsoft, Goldman Sachs e Adobe, l’hanno capito da un pezzo. La valutazione annuale dei dipendenti è quanto meno insufficiente: perché intempestiva e perché i manager tendono a dare punteggi a prescindere dal raggiungimento degli obiettivi. Non a caso, il 90% dei professionisti HR pensa che le informazioni rilevate con i sistemi tradizionali di performance management non siano accurate. Dean Carter, responsabile risorse umane di Patagonia, ha dimostrato che attraverso il continuous feedback aumentamo:

  • la fiducia
  • l’assunzione di responsabilità
  • i bonus legati ai risultati

Ma perché il nuovo approccio è così efficace e come introdurlo nella tua divisione?

I vantaggi del countinuous feedback

Abbandonare o affiancare i sistemi di valutazione annuali e semestrali con un dialogo continuo tra manager e collaboratori sta diventando la norma. Perché accontenta tutti: dipendenti, HR professionals, manager e imprese. Vediamo quali sono quindi i principali vantaggi di utilizzare il continuous feedback nel performance management:

Migliora la people experience

Basandosi sulle prospettive di miglioramento piuttosto che sulla rilevazione di errori passati e abbandonando la logica top down in favore di un approccio più paritario. Un approccio centrato sulla persona, che viene spronata a discutere di obiettivi e mezzi per raggiungerli. Così il continuous feedback contribuisce a valorizzare significativamente l’esperienza lavorativa.

Aumenta Retention ed engagement

Il performance management approcciato attraverso il continuous feedback, migliorerà anche I tuoi KPI. I collaboratori, infatti, tendono ad abbandonare le aziende che non investono su di loro e a restare in quelle che li rendono partecipi dei loro percorsi professionali. Non a caso, recenti studi dimostrano che l’85% dei lavoratori si sente più fiducioso quando può consultare i manager in modo regolare e che l’82% delle risorse desidera discutere il suo piano di carriera da una a quattro volte l’anno.

Facilita il lavoro dei valutatori

Da alcune ricerche emerge che i manager dedicano 210 ore l’anno a valutazioni annuali che consideravano inutili. Il nuovo sistema, invece, semplifica analisi e reportistica, riduce i carichi di lavoro e favorisce al contempo il coaching per un performance management più produttivo.

Individua prontamente problemi e i gap, ottimizzando il decision making

Gli scambi regolari permettono di correggere i comportamenti sbagliati in itinere e di colmare i fabbisogni formativi. permettendo alle organizzazioni di essere più agili e di adattarsi ai cambiamenti in atto.

Il ruolo della tecnologia nel performance management

Per introdurre il feedback continuo in azienda dovrai innanzitutto predisporre le procedure e innovare il background culturale. Anche se nella tua azienda non sta gestendo un vero e proprio progetto di Digital Workplace, un software usabile e intuitivo, dotato delle giuste funzionalità, renderà il passaggio estremamente più semplice.

  • L’importanza delle notifiche

Gli avvisi non servono solo a ricordare a manager occupati che è ora di fornire un feedback continuo. Servono piuttosto mantenere alta l’attenzione dei manager sul coinvolgimento delle persone. Vincendo quotidianamente le loro resistenze e legittimandole a contribuire.

  • Riscontri accurati

I software attuali sono incentrati sulla collaborazione e, oltre ai giudizi dei superiori, prevedono autovalutazioni e feedback dai colleghi, rendendo l’outpout completo e affidabile.

  • Soluzioni cloud e mobile friendly

Le attività possono essere svolte direttamente dallo smartphone, in tempo reale e da ogni luogo.

Come avrai capito, la questione non è più se sposare il Countinuous Performance Management ma quali aziende lo adotteranno per prime, assicurandosi i relativi benefici. E perché lasciare questo vantaggio ai concorrenti?

Chatbot e HR: un potente abilitatore che lascia più spazio alla strategia

10 LUGLIO 2019 • ALLOS • CHATBOT • DIGITAL WORKPLACE • PEOPLE EXPERIENCE

People Voice come driver del benessere e della crescita delle imprese

27 GIUGNO 2019 • ALLOS • CULTURA AZIENDALE • PEOPLE EXPERIENCE • PEOPLE VOICE

People Analytics: applicazioni concrete tra vecchi limiti e nuove prospettive

7 GIUGNO 2019 • ALLOS • HR ANALYTICS • HR INTELLIGENCE • PEOPLE ANALYTICS
4 GIUGNO 2019 • ALLOS • EVENTI HR • HR INNOVATION • PEOPLE EXPERIENCE

HR Talk – People Experience

HR Talk – People Experience: il punto di partenza per la creazione della strategia HR

La trasformazione digitale riguarda soprattutto le persone e non solo la tecnologia.

Partecipa al prossimo HR Talk  e costruisci una strategia HR volta a procurare un ambiente informatico consumerizzato in grado di rende l’employee experience più innovativa e attraente. Scopri come coltivare un terreno fertile per far crescere decisioni che muovono il business nella giusta direzione. Assicurati che ogni aspetto della tua strategia HR sia focalizzato sulla persona e sia strettamente legato agli obiettivi del business.

Impara dalle best practices ad evidenziare il valore strategico delle HR, guidando una trasformazione davvero focalizzata sulle persone che fa crescere il business.

Salva subito la data di questo HR Talk sul tuo calendario!

Agenda HR Talk – People Experience

  • 11.00 – 11.05 Welcome & Intro
  • 11.05 – 11.15 Obiettivi individuali e organizzativi in una People Experience sempre più phygital
  • 11.15 – 11.30 Sviluppare una strategia di delivery dei servizi HR: esperienze & soluzioni basate sulla piattaforma SAP SuccessFactors
  • 11.30 – 11.40 Scegliere una metodologia consolidata per portare velocemente risultati al business: focus sull’adoption rate
  • 11.40 – 11.50 Wrap-Up e Q&A

A chi è rivolto l’HR Talk – People Experience?

L’evento HR Talk – People Experience è riservato a:

  • HR Director;
  • HR Manager;
  • tutti coloro che lavorano all’interno della Direzione delle Risorse Umane;
  • clienti Allos e SAP.

Eventuali iscrizioni all’HR Talk da parte di consulenti HR e/o professionisti, dipendenti di realtà che forniscono servizi HR in outsourcing, non saranno ammesse a partecipare a questo evento.

Diversity Management: valorizzare differenze di competenze, caratteristiche e abilità

23 MAGGIO 2019 • ALLOS • CULTURA AZIENDALE • DIVERSITY MANAGEMENT • HR INNOVATION

Social Collaboration: punti di forza e evoluzione strategica

16 MAGGIO 2019 • ALLOS • COLLABORATION • DIGITAL WORKPLACE • SOCIAL

HR Analytics e Retail: scopri le applicazioni concrete

9 MAGGIO 2019 • ALLOS • HR ANALYTICS • HR INTELLIGENCE • PEOPLE ANALYTICS
1 2 3 4 5 6 7 8 10