fbpx

Dal nostro

blog

4 APRILE 2019 • ALLOS

Learning Validato: check-list per la formazione fully compliant nel Pharma

Learning Validato: check-list per la formazione fully compliant nel Pharma

Se operi in un comparto rigorosamente regolamentato, come quello farmaceutico, sei ben consapevole dell’importanza della formazione continua. Probabilmente, ai fini di gestire con più serenità l’erogazione della formazione, hai iniziato a prendere in considerazione i sistemi e-learning. Sei quindi altresì consapevole di dover operare all’interno si un sistema di gestione del Learning Validato (Validated Learning Management System, VLMS).
Un’attività necessaria per gli ambienti regolamentati da FDA, il cui obiettivo è quello di documentare che il sistema utilizzato è sicuro, affidabile, e idoneo allo scopo previsto. Un costoso adempimento? Non sempre, sicuramente una componente imprescindibile per il successo del tuo business. Per assicurare infatti che il training si traduca in un vantaggio competitivo, dovrai garantirne la qualità e soprattutto la compliance, attraverso un Validated Learning Management System (VLMS), studiato su misura per i tuoi bisogni.

Proteggi i risultati del tuo business con un sistema di Learning Validato

Un’offerta formativa non rispondente ai requisiti di legge può ripercuotersi seriamente sulla tua azienda. Non solo sulla sua reputazione ma addirittura sul bilancio della tua organizzazione. Così come dimostrano i casi di mancato adeguamento alle linee guida FDA, risoltisi con l’emissione di un Form 483. In queste situazioni, la formazione inefficace e l’incapacità di tracciare moduli somministrati e risultati raggiunti sono spesso sfociate in costosissimi contenziosi, che hanno comportato centinaia di milioni di perdite per le aziende interessate.

L’importanza di utilizzare un sistema di gestione del Learning Validato (VLMS)

Fortunatamente, oggi, è possibile evitare dannosi inadempimenti. Garantendo una formazione adeguata erogata attraverso un sistema di gestione del Learning Validato o Validated Learning Management System (VLMS). Una piattaforma di gestione ed erogazione dei corsi e-learning, aggiornate e personalizzabile. In grado pertanto di semplificare, gestire e documentare le procedure e di risolvere ogni problema di compliance.

HRIS Pharma? Ecco tutte le feature indispensabili per il tuo Learning Management System (LMS)

Il settore farmaceutico è indubbiamente uno dei più regolati. E la sua meticolosa disciplina, che da un lato rappresenta un’importante garanzia per i consumatori, dall’altro diventa una vera e propria sfida per le imprese. Rispettare gli obblighi di operare secondo standard definiti e responsabilizzare le persone al rispetto di normative in continua evoluzione, è spesso impresa ardua. Se stai cercando una soluzione affidabile per certificare il training dei tuoi collaboratori, utilizza questa check-list per scoprire tutte le caratteristiche che deve avere un Learning Management System  Validato (VLMS). Affinché aderisca a rigidi protocolli e assicuri l’autenticità, l’integrità e la confidenzialità dei dati, aiutandoti a ridurre i rischi di compliance:

  • Aggiornamenti periodici

I regolamenti farmaceutici cambiano continuamente e lo stesso devono fare i contenuti formativi. Per soddisfare questa esigenza di adattabilità e scalabilità, dovrai scegliere un sistema che offre aggiornamenti periodici, almeno semestrali.  Inoltre, dovrai verificare che il fornitore dia alla tua organizzazione il tempo di revisionare i processi e predisporre apposita documentazione. Questo naturalmente oltre a programmare le modifiche per impattare al minimo sulle attività delle persone.

  • Adeguamento alle norme di interesse

La piattaforma di Learning Validato deve permetterti di aderire alle best practice produttive e alle procedure operative standard (SOP). Prescrivendo le azioni corrette per rispettare la normativa di riferimento e, possibilmente, assicurare l’ottemperanza delle line guida in materia di dati e firma elettronica. Così come sono state prescritte dal 21 CFR Parte 11 di FDA.

  • Ambiente certificato

Il sistema ideale di gestione del Learning Validato (VLSM) offre inoltre protocolli IQ (Installation Qualification), che dimostrano il rispetto delle procedure e l’installazione di tutti i componenti richiesti. Nonché template OQ (Operation Qualification), che agevolano la verifica della rispondenza tra i risultati attuali e quelli attesi.

  • Automazione e integrazione dei processi

La ciliegina sulla torta sarà rappresentata dall’integrazione e dalla sincronizzazione del Learning Management System Validato e col Career Development Plan. Il sistema di gestione del Learning Validato (VLMS) gestisce inoltre autonomamente, gran parte dei programmi di apprendimento. Consentendo ai professionisti della formazione e agli HR Manager di concentrarsi sul monitoraggio dei risultati, senza doversi soffermare su questioni pratiche.

  • Funzionalità cloud e mobile friendly oltre a sicurezza e controlli facilitati

Il sistema di Learning Validato dovrà naturalmente garantirti la massima flessibilità, permettendo di accedere ai corsi in mobilità e da qualsiasi dispositivo elettronico. Attraverso crittografia dei dati, audit trail delle singole attività utente e previsione di meccanismi di accesso e autenticazione rigorosi. Assicurando il rispetto delle più severe policy di sicurezza, come richiesto dal settore farmaceutico.
Adesso che conosci tutte le caratteristiche del sistema di gestione del Learning Validato best-in-class, non ti resta che adottare il Validated Learning Management System (VLMS) che ti toglierà ogni pensiero. E, magari, condividere il tuo prossimo traguardo!
Hai dei dubbi che vorresti discutere con uno dei tuoi colleghi che hanno già affrontato il tema? Chiedici di facilitarti un confronto con i nostri clienti!
Photo by Ohtilly

HR Intelligence: Trasforma i dati in valore per il business

28 MARZO 2019 • ALLOS • HR ANALYTICS • HR INTELLIGENCE • PEOPLE ANALYTICS

People Experience: il punto di partenza per la creazione della strategia HR

15 GENNAIO 2019 • ALLOS • CULTURA AZIENDALE • DIGITAL WORKPLACE • PEOPLE EXPERIENCE

Eventi HR 2019 – gli imperdibili per stare al passo con l'innovazione!

22 NOVEMBRE 2018 • ALLOS • EVENTI HR • HR INNOVATION
8 NOVEMBRE 2018 • ALLOS • EMPLOYEE EXPERIENCE • PEOPLE EXPERIENCE • RECRUITING

SAP SuccessFactors Recruiting Marketing: il futuro dell’HR è già qui

SAP SuccessFactors Recruiting Marketing: il futuro dell’HR è già qui

Quanto tempo e risorse ti servono per selezionare il personale e qual è il tasso medio di accettazione delle tue offerte? Se il valore di questi KPI non è quello auspicato e, magari, i nuovi assunti non corrispondono perfettamente alle professionalità ricercate, è ora di migliorare i risultati. Una strategia vincente per migliorarli è quella di integrare le procedure di selezione con le tecniche tradizionalmente dirette ai consumatori. Ovvero il Recruiting Marketing, la strategia più indicata per affrontare un mercato del lavoro che, secondo le ricerche, è ormai per il 90% in mano ai candidati.

Che cos’è il Recruiting Marketing?

Come suggerisce il termine, il Recruiting Marketing implica la trasposizione delle tradizionali tecniche di mercato nella procedura di selezione. Questo approccio, si rivela infatti tagliato per affrontare le crescenti difficoltà nell’attrarre professionisti sempre più ricercati, esigenti e con molte opzioni a disposizione. Aiutando le HR ad attrarli e coinvolgerli trattandoli alla stregua di clienti cui vendere un’allettante offerta di lavoro. Al di là delle definizioni generali, però, è importante cogliere le sfumature del Recruiting Marketing, in grado di chiarire ancora meglio il significato di un vero e proprio mutamento di paradigma.
La sfida del #RecruitingMarketing? Dimenticare le procedure di assunzione reattive. Condividi il Tweet
>>>Scopri come avere il tuo progetto di trasformazione digitale HR live in pochi giorni con costi veramente ridotti e più contenuti di valore per le HR >>>

Intrattieni relazioni significative con le tue personas

La sfida del Recruiting Marketing? Dimenticare le procedure di assunzione reattive. Proprio come i clienti, i candidati oggi vanno cercati attivamente e agevolati in tutte le loro interazioni con l’azienda e, non a caso, il Recruiting Marketing è una strategia di lungo termine che punta a ottimizzare l’intera Candidate Experience  ed è insieme:

  • Recruiting Marketing come strumento di autoselezione

Il Recruiting Marketing migliora le scelte dei selezionatori e degli stessi candidati. Potendo accedere a informazioni rilevanti sulla posizione vacante e sull’impresa, potranno valutare autonomamente il loro grado di rispondenza all’organizzazione e alla sua cultura.  Attraverso questa fase di autoselezione infatti, proseguiranno solo i talenti più coerenti, ad esempio con la “Carta dei Valori” e le attività promosse dall’azienda.

  • Recruiting Marketing come eterogenea scatola degli attrezzi

Possiamo riadattare lo schema delle 5P del Marketing all’ambiente di Recruiting. Percorrendo l’analogia tra mercato interno ed esterno, otteniamo i fattori componenti del recruiting marketing mix:

  • Price – Pacchetto retributivo
  • Product – Ruolo e mansioni
  • Place – Ambiente di lavoro  (cultura, digital workplace…)
  • Promotion – Job advertising
  • People – Candidate Experience

Il Recruiting Marketing ne mutua quindi le tecniche, basandosi su un mix di strumenti complementari, da trattare come un unicum e gestire in modo programmato.

Le best fit practice per introdurre il Recruiting Marketing in azienda

Le leve di marketing sono così versatili che permettono di ottenere infiniti obiettivi di business. Quello che però forse ancora non sai è che queste stesse strategie possono diventare un’arma segreta, per intercettare i talenti necessari alla tua azienda.

  • Dal product all’Employer Branding

Pensa a quando devi scegliere un prodotto e ti informi sulle sue specifiche e sull’affidabilità del marchio. Ebbene, coloro che cercano un’occupazione oggi si comportano allo stesso modo. Prima di inviare una candidatura infatti, impiegano fino a cinque ore navigando tra siti istituzionali o career, blog, motori di ricerca e social. Per farsi un’idea precisa dell’azienda cui sottoporre il cv e non solo. Ecco spiegata l’importanza di curare la reputazione dell’impresa come datore di lavoro, cruciale per gli operatori economici che vedono il capitale umano come principale asset aziendale.

In passato l’arsenale dei marketer era rappresentato dalle cosiddette 4P poi, col passare del tempo, gli addetti ai lavori hanno capito la crucialità delle persone e dell’approccio people centric. Ed è proprio questa stessa prospettiva che, oggi, dovrai adottare per migliorare l’esperienza dei candidati. Mettiti nei loro panni e cerca di scoprire quale valore aggiunto e quali ostacoli possono incontrare rapportandosi coi canali istituzionali o rispondendo ai tuoi annunci. E ricorda che una buona Candidate Experience spinge a riproporsi in futuro, mentre un riscontro negativo può portare addirittura a boicottare i prodotti dell’impresa.

  • Placement: rendere accessibile l’offerta di lavoro

Per ottenere un cospicuo numero di candidature valide è necessario formulare la job description in modo chiaro e accattivante e veicolarla attraverso tutti i canali utili, abitualmente utilizzati dal target.

  • Controllare i KPI

Ogni piano marketing comporta sempre una puntuale e precisa misurazione dei risultati, diretta a stimarne l’efficacia e a individuare eventuali punti di debolezza, da debellare con correttivi ad hoc. E la stessa analisi obiettiva è richiesta dal RM, che prevede di tracciare ogni azione del candidato, dalla prima visita fino all’eventuale assunzione, per individuare quali strategie stanno funzionando e quali necessitano di essere migliorate.

  • Promotion: affidarsi alla tecnologia per l’adv

Proprio come accade con quelle di marketing, le campagne di Recruiting Marketing vanno impostate attraverso soluzioni informatiche all’avanguardia, in grado di facilitare la vita a candidati e HR manager.

SAP SuccessFactors Recruiting Marketing: il miglior alleato per innovare le procedure di selezione

L’evoluzione tecnologica ha profondamente modificato i metodi di selezione, facendo emergere un’infinità di nuovi canali in cui promuovere le offerte di lavoro. Talvolta rendendo la ricerca del candidato perfetto estremamente laboriosa e complicata. Fortunatamente, però, lo stesso progresso informatico offre anche i mezzi per governare tale complessità, trasformandola in un vantaggio competitivo. Oggi, infatti, gli HR Manager possono contare su suite intelligenti sempre più performanti. Soluzioni che superano i classici applicant tracking system (ATS), integrando tutte le funzionalità utili in un’unica piattaforma. La più quotata sul mercato è sicuramente SAP SuccessFactors Recruiting Marketing, una soluzione cloud, mobile friendly e multi canale. SAP SuccessFactors Recruiting Marketing ti mette a disposizione tutto ciò che ti serve per ottimizzare la tua strategia, massimizzando i risultati. Vediamone alcune caratteristiche:

  • Integrazione con i social

Con SAP SuccessFactors Recruiting Marketing intercetti i candidati laddove abitualmente cercano lavoro. Inoltre permetti loro di sottoporre la candidatura direttamente dagli smartphone o dai tablet in pochi click. Tutto questo trasformando il tuo stesso target in una cassa di risonanza, grazie alla possibilità di condividere gli annunci con i propri contatti.

  • Pubblicazione automatica e istantanea di annunci ottimizzati e geolocalizzati

Grazie alle funzionalità SEO e all’integrazione con Google Maps e con i più importanti motori di ricerca e siti specializzati, i candidati possono trovare facilmente tutte le offerte di lavoro. In base ad esempio al proprio profilo e alla loro area di provenienza Tu potrai così tralasciare le attività ripetitive e time consuming per concentrarti su quelle strategiche.

  • Creazione di una Talent Community per scovare i candidati passivi

Come provano gli studi Linkedin, spesso anche le persone che non cercano attivamente lavoro sono disposte a vagliare nuove opportunità professionali. Ecco perché è fondamentale coinvolgerle proattivamente in relazioni di lungo periodo e inserire le loro informazioni di contatto in un database cospicuo e dinamico, da trasformare in una preziosa “panchina di talenti”.

  • Career Site Builder

SAP SuccessFactors Recruiting Marketing offre anche uno strumento intuitivo col quale potrai implementare in pochi click un sito Career, dove pubblicizzare le posizioni aperte e valorizzare l’Employer branding.

  • Advanced Analytics

Infine, la suite cattura tutti i dati sul recruiting in real time e permette di monitorare statistiche e KPI come Reach for hire, Source of hire e costo e tempo di assunzione, per garantirti di correggere i processi in modo puntuale e strategico.
Il Recruiting Marketing rappresenta la nuova frontiera dell’HR. Non a caso, ha già rivoluzionato il settore nel mondo anglosassone, dove l’86% dei recruiter vede le proprie mansioni avvicinarsi a quelle degli addetti alla comunicazione. E, pian piano, si sta facendo strada anche da noi, soprattutto nelle aziende più lungimiranti: la tua appartiene al gruppo?
>>>Scopri come avere il tuo progetto di trasformazione digitale HR live in pochi giorni con costi veramente ridotti e più contenuti di valore per le HR >>>
Photo by Anastasia Dulgier

Piano di sviluppo personale: strategie per crearne uno efficace

29 OTTOBRE 2018 • ALLOS • LEARNING • PERFORMANCE • PIANO DI SVILUPPO

Digital Workplace: cos’è e perché non possiamo farne a meno

16 OTTOBRE 2018 • ALLOS • DIGITAL WORKPLACE • EMPLOYEE EXPERIENCE • PEOPLE EXPERIENCE

Recruiting Trend 2019: nuove metodologie e nuovi strumenti

9 OTTOBRE 2018 • ALLOS • RECRUITING • TREND
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10